Logo per la stampa
Statistiche d'accesso
 
tel. (+39) 0461 492930
 
ATTIVITÀ
  • Provvede agli adempimenti concernenti le concessioni e gli altri provvedimenti di utilizzazione delle acque pubbliche nelle varie forme d'uso, classificate sia come grandi che piccole derivazioni, comprese le acque sotterranee, curando le opportune intese con l'Agenzia provinciale per l'energia per gli utilizzi idroelettrici;
  • vigila sul corretto utilizzo della risorsa idrica ed adotta gli eventuali provvedimenti sanzionatori;
  • provvede alla determinazione dei canoni dovuti per l'utilizzazione delle acque pubbliche, nonchè alla determinazione e ripartizione dei sovraccanoni e degli altri oneri dovuti per l'uso idroelettrico delle acque;
  • svolge studi ed elaborazioni tecniche, anche integrate a quelle di competenza delle altre strutture provinciali, finalizzate alla caratterizzazione del regime quantitativo delle risorse idriche, alla redazione dei bilanci idrici, all'applicazione della disciplina relativa al deflusso minimo vitale e in generale al risparmio e riutilizzo delle risorse idriche;
  • cura i rapporti con altri enti e svolge attività di studio e consulenza in materia di utilizzazione delle acque pubbliche con particolare riguardo ai servizi idrici integrati previsti dalla specifica normativa di settore e presta supporto al Dipartimento competente in materia di urbanistica ed ambiente nella predisposizione o nella formulazione di proposte di pianificazione concernenti l'utilizzazione e la gestione delle acque.
 
NOVITÀ
  • ATTENZIONE ! Nuova sede degli uffici

    ottobre 2014
    Si comunica che gli uffici, seppur all'interno dello stesso comune, si sono spostati in piazza Fiera al civico n.3 (tra le Elementari "Crispi" e l'Istituto Pavoniano Artigianelli).

     
  • Proroga termine per la presentazione del Fascicolo Integrato di Acquedotto

    settembre 2014
    La Giunta provinciale ha adottato la deliberazione n. 294 del 28 febbraio 2014 con la quale ha fissato il nuovo termine del 31 dicembre 2014 per il completamento del Fascicolo Integrato di Acquedotto (FIA), l'approvazione da parte del Consiglio Comunale e la presentazione dell'intera documentazione all'Agenzia provinciale per le Risorse idriche e l'energia (APRIE).

     
  • Novità per le acque potabili private

    agosto 2014
    La Giunta provinciale ha adottato la deliberazione n. 229 del 15 febbraio 2013 con la quale ha stabilito che le utilizzazioni potabili private non devono predisporre il Fascicolo Integrato di Acquedotto.
    Per il rinnovo delle concessioni di questo tipo è stata predisposta una documentazione semplificata
    Anche gli acquedotti potabili pubblici destinati esclusivamente al servizio di strutture isolate o di fontane non devono essere compresi nei FIA predisposti dai Comuni.

     
  • Giornata Mondiale dell'Acqua

    22 marzo 2014
    L’Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia trae spunto da questa iniziativa per sottolineare le molteplici interconnessioni che esistono tra acqua ed energia, risorse che abbondano nel nostro territorio ma che tuttavia non possono considerarsi inesauribili.
    Una connessione tra acqua ed energia raramente considerata è quella rappresentata dall’insieme delle opere e delle attività necessarie per portare l’acqua potabile nelle nostre case.
    In questa filiera vengono impiegate varie forma di energia, per il sollevamento ed il trattamento dell’acqua innanzitutto ma anche per gli interventi di manutenzione.... continua...

     
  • FIA - Fascicolo Integrato di Acquedotto

    dicembre 2013
    Con la Determinazione n. 32 del 5 dicembre 2013 è stato approvata la versione aggiornata (1.2) del Manuale delle Specifiche Tecniche (5 Mb) per la stesura del FIA da parte dei Comuni.
    Nella nota di data 23 dicembre 2013 sono indicate le modalità per la consegna parziale del FIA entro il 28 febbraio 2014. Informazioni più dettagliate nella sezione dedicata all'Osservatorio dei Servizi Idrici


     
  • ATTENZIONE!!! - Dal 1° gennaio 2013 il SUAP cambia denominazione e compiti

    gennaio 2013
    Con la deliberazione n. 2775 del 14 dicembre 2012 sono state soppressi: il Servizio pianificazione energetica (ex APE), il Servizio gestioni e autorizzazioni in materia di energia (ex APE) e il Servizio utilizzazione delle acque pubbliche (SUAP). .
    Con la Legge Provinciale 27 dicembre 2012, n. 25, art. 29 comma 1, il SUAP ha assunto la nuova denominazione di Servizio Gestione Risorse Idriche ed Energetiche e l'Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia, di cui fa parte, riunisce le competenze sia in materia di energia sia in materia di acque pubbliche vista la stretta correlazione esistente fra le materie.
    E’ in corso l’analisi organizzativa relativa alle strutture di III livello (gli Uffici) incardinate nella nuova APRIE per le quali si procederà alle relative modifiche con successiva deliberazione, a cui seguirà anche la ristrutturazione del sito.


     
  • Seminario dedicato al nuovo Fascicolo integrato di acquedotto

    31 gennaio 2013 - presso la sede del Consorzio dei Comuni Trentini
    Ogni Comune potrà conoscere meglio tutte i contenuti del Fascicolo integrato di acquedotto. Dalle ore 14:30 alle 17:00 gli esperti della Provincia, con il supporto del Consorzio dei Comuni Trentini che ha messo a disposizione anche la struttura, spiegheranno a tutti i Comuni interessati le attività necessarie per la formazione del Fascicolo Integrato di Acquedotto, finalizzato ad introdurre nella gestione degli acquedotti una impostazione più efficiente.
    Per informazioni sul seminario è possibile consultare il sito www.formazione.comunitrentini.it.


     
  • Adeguamento delle utilizzazioni idriche esistenti ad uso potabile

    giugno 2012
    Approvate le Linee Guida per la formazione del fascicolo integrato di acquedotto.
    Con deliberazione n. 1111 del 1 giugno 2012 la Provincia ha approvato le Linee guida per la formazione del Fascicolo integrato di acquedotto.
    Il Fascicolo integrato di acquedotto è lo strumento che consente la revisione degli acquedotti potabili nell'ottica dell'adeguamento dell'impiego dell'acqua pubblica in conformità alle disposizioni del Piano generale di Utilizzazione delle acque pubbliche, del Piano di Tutela delle acque e del Piano di autocontrollo delle acque destinate al consumo umano.
    Le disposizioni riguardano le utilizzazioni idriche ad uso potabile da sottoporre a rinnovo alla scadenza del titolo a derivare o in conseguenza della proroga della scadenza, fissata al 31 dicembre 2018.
    Gli acquedotti potabili soggetti alle disposizioni, che verranno inseriti in un apposito registro tenuto presso l'Osservatorio dei Servizi idrici, sono:

    • acquedotti pubblici;
    • acquedotti privati, ma di interesse pubblico.
    Il Servizio Utilizzazione delle acque pubbliche e la struttura competente in materia di igiene pubblica approveranno entro la fine di novembre del 2012 le specifiche tecniche e la modulistica necessarie per la stesura della documentazione che costituisce il Fascicolo integrato di Acquedotto.
    È stato inoltre definito un glossario delle definizioni usate nelle Linee guida.
    Informazioni più dettagliate nella sezione dedicata all'Osservatorio dei Servizi Idrici


     
  • Scadenza grande concessione idroelettrica

    maggio 2011
    Si informa, ai sensi dell'art. 1 bis 1, comma 1 quinques della l.p. 6 marzo 1998, n. 4, che la concessione di grande derivazione d'acqua ad uso idroelettrico relativa agli impianti di Maso Corona e Valbona scade il 23 ottobre 2015.
    Con deliberazione n. 2959 del 23 dicembre 2010 , la Giunta della provincia autonoma di Trento ha individuato le caratteristiche principali degli impianti idroelettrici di Maso Corona e Valbona localizzati nel Comune di Ala (TN):

    Potenza media
    nominale
    Portata mediaSaltoPotenza installata
    Centrale di Maso Corona8.759,10 kW1394 l/s640,91 m50 MVA
    Centrale Valbona502,16 kW131 l/s391 m1,9 MVA

    Si informa che qualora l'attuale concessionario presenti domanda di proroga ai sensi dell'art. 1 bis 1, comma 15 ter della l.p. 6 marzo 1998, n. 4 e s.m. la concessione sarà prorogata fino al 31 dicembre 2025.
    Il presente avviso di preinformazione è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea ed è disponibile qui


     
  • Adeguamento delle utilizzazioni idriche esistenti

    ottobre 2010
    La Provincia ha approvato (deliberazione della Giunta provinciale n. 2274 dell'8 ottobre 2010) le linee guida per l'adeguamento delle utilizzazioni idriche alle disposizioni esistenti in materia di rinnovo (visualizza il documento LGAP-1) di cui al Piano Generale di Utilizzazione delle Acque Pubbliche ed al Piano di Tutela delle acque relativamente a tutte le tipologie escluso il potabile per acquedotto pubblico o di interesse pubblico.
    Le disposizioni riguardano le utilizzazioni idriche da sottoporre a rinnovo:

    • alla scadenza del titolo a derivare;
    • in conseguenza della proroga della scadenza, fissata al 31 dicembre 2018.
    Successivamente verranno emanate le linee guida per le utilizzazioni potabili per acquedotto pubblico o di interesse pubblico (LGAP-2), in raccordo con i Piani di autocontrollo delle acque destinate al consumo umano.

    Vai alla modulistica




     
  • Acquedotti on-line

    settembre 2010
    Per gli enti locali ed i soggetti a cui è affidata la gestione del servizio di acquedotto pubblico, è ora disponibile la consultazione e l'estrazione dei dati geografici relativi alle opere costituenti gli acquedotti ed ai rispettivi titoli a derivare acqua pubblica.
    Per accedere al servizio è necessario chiedere una password tramite l'apposito modulo.
    La collaborazione dei soggetti interessati nello scambio di informazioni con l'Osservatorio dei servizi idrici (e-mail: osi@provincia.tn.it) consentirà il perfezionamento del servizio.

    Vai al portale territoriale


     
  • Piano di gestione del Distretto idrografico delle Alpi Orientali

    marzo 2010
    Sulla Gazzetta Ufficiale n. 75 del 31 marzo 2010 è stato pubblicato l’avviso relativo all’adozione del Piano di gestione del Distretto idrografico delle Alpi Orientali, avvenuto con delibera n. 1 del Comitato Istituzionale del 24 febbraio 2010. La definitiva approvazione del Piano avverrà con la pubblicazione del relativo DPCM, attualmente in fase di perfezionamento. La documentazione del Piano, contrariamente a quanto riportato nella comunicazione sotto riportata, sarà depositata presso l'Ufficio studi e pianificazione e sarà disponibile sia per la consultazione che per essere fornita in copia ai facenti richiesta.

    -->Comunicazione


     
  • Consultazione di tutte le concessioni via Web

    febbraio 2010
    Dal portale geocartografico trentino, alla voce 'utilizzazione delle acque pubbliche', è possibile accedere alla consultazione GIS dei dati di concessione d'acqua pubblica.
    La finestra di navigazione si apre cliccando in alto a destra sul collegamento "Accesso al WebGIS pubblico" presente in questa pagina



     
  • Consultazione delle proprie concessioni via Web

    2 aprile 2009
    Tutti i concessionari d'acqua verranno forniti di password per l'ingresso nel sistema di consultazione delle pratiche via Internet.
    Tramite l'accesso sarà possibile l'esame di tutti i dati delle proprie concessioni
    Ai concessionari verrà recapitata una lettera con indicate le modalità di accesso al sistema.

    Istruzioni per il primo accesso (PDF)


     
  • Proroga delle utenze preferenziali e dei riconoscimenti

    fino al 31 dicembre 2018
    La scadenza degli antichi riconoscimenti e dei titoli a derivare acqua pubblica assentiti a seguito di presentazione di domande preferenziali di cui all’art. 48 della l.p. 10/1998 e successive modifiche era stata fissata al 31.12.2008.
    L’art. 26 della l.p. 11/2006 ha disposto che la durata di queste tipologie di utenze è prorogata di diritto fino al 31.12.2018.
    Le utenze prorogate ai sensi di questo articolo devono comunque essere adeguate, a partire dal 01.01.2009 e secondo le modalità stabilite dalla Giunta provinciale con propria deliberazione di data 19 dicembre 2008, n. 3278.
    I criteri si attengono alle previsioni in materia di rinnovi delle utenze esistenti di cui al Piano Generale di Utilizzazione delle Acque Pubbliche reso esecutivo con il decreto del Presidente della Repubblica 15.02.2006 e del Piano di Tutela delle acque del 30.12.2004 (aggiornato poi nel 2015).

     
  • Nuovo Regolamento

    In vigore dal 10 settembre 2008
    E' entrato in vigore il 10 settembre 2008 il nuovo regolamento per l'utilizzazione delle Acque Pubbliche. Introdotte importanti novità sullo snellimento dell'iter burocratico e sulla riduzione delle tempistiche di procedimento.
    E' applicato alle derivazioni ad uso idroelettrico con potenza nominale media: <= 3000 Kw, purchè accessorio e richiesto contestualmente ed entro gli stessi limiti di un altro uso principale (Art. 4). <= a 20 kW al fine di soddisfare esigenze locali, e qualora non risulti possibile l’allacciamento alle reti di distribuzione dell’energia esistenti (Art. 23). <= 3000 Kw utilizzi di acqua potabile con impianti posti in serie con impianti di acquedotto già esistenti; utilizzi di acque reflue depurate con impianti posti in serie con impianti di depurazione già esistenti; utilizzi delle acque fluenti nei canali e nei cavi consortili (Art. 40).

    Decreto del Presidente della Provincia (PDF)

     
  • Il nostro contributo
    Individuazione delle strategie di gestione delle acque tenendo conto dei numerosi ambiti coinvolti: le acque per uso potabile, la sicurezza, l’utilizzo energetico, industriale, agricolo e turistico, la conservazione e tutela dei ghiacciai

    Vedi tutta la presentazione (PDF 4,5 Mb)

     
 
 
 
Bill Gates